Promo video

scaricare il Flash Player per visualizzare il filmato

Book your stay

scaricare il Flash Player per visualizzare il filmato

scaricare il Flash Player per visualizzare il filmato

 

 

La via Sacra dei Longobardi

Via sacra dei logobardi
Fra tutti i percorsi devoti che s'intrecciano nel Gargano e facilmente percorribile partendo da Vieste, il più importante è la "Via Sacra dei Longobardi", su cui sono posti in successione e a distanza regolare i santuari di Santa Maria di Stignano e di San Matteo in territorio di San Marco in Lamis, la tomba di Padre Pio a San Giovanni Rotondo, la Grotta di San Michele a Monte Sant'Angelo, e, infine, San Leonardo di Siponto a Manfredonia.

La costa e le Isole Tremiti

La costa e le Isole Tremiti
Ottanta chilometri di spiagge di ciottoli e sabbia, rocce a picco sul mare, grotte marine dai colori cangianti, paesi ospitali dove lo sviluppo turistico non ha modificato i centri storici e dove le tradizioni, oggi come ieri, esprimono in maniera autentica lo spirito del Gargano.

Partendo da Vieste fino a Baia delle Zagare, nota per i due faraglioni che si stagliano austeri a pochi metri dalla riva, é tutto un susseguirsi di baie e grotte marine, alcune difficilmente transitabili se non attraverso dei passaggi d'acqua sotterranei.

Dirigendoci in direzione opposta, quindi verso Peschici, sulla costa incontriamo numerosi trabucchi, i tradizionali sistemi di pesca, oggi considerati alla stregua di monumenti, realizzati con decine di pali in legno conficcati nella roccia e con altrettante funi che trattengono una grande rete calata in acqua dentro cui cade il pesce.

La zona é il paradiso dei surfisti e il luogo privilegiato da un turismo disinibito e internazionale. Dai punti più alti di Peschici si vede già Rodi, con la sua ampia e attrezzata spiaggia sabbiosa.

Nei dintorni di Rodi vi sono distese di agrumeti e alberi di fico che rendono più gradevole l’attesa di un’imbarcazione per raggiungere le meravigliose Isole Tremiti, distanti solo poche miglia.

Nel cuore del Parco Nazionale del Gargano

Nel cuore del Parco Nazionale del Gargano
Da Vieste sono sufficienti pochissimi chilometri per ritrovarsi nel cuore del Parco Nazionale del Gargano. Sulla vetta del monte Delio, nel territorio di Sannicandro, sorge l'antica città medievale di Devia, oggi divenuta un parco archeologico ed ambientale.

Il sito si sviluppa attorno alla millenaria chiesa di Santa Maria di monte Delio, da cui si coglie uno splendido panorama, con il lago di Lesina in primo piano. I laghi di Lesina e Varano sono una straordinaria risorsa dal punto di vista floro-faunistico.

Moltissime specie di uccelli vivono nel territorio: folaghe, aironi, falchi di palude, martin pescatori, cavalierid'Italia, mignattai, spatole. Gli ecosistemi del lago sono ben rappresentati all'interno del centro-visite specializzato che il Parco Nazionale del Gargano ha insediato a Lesina con l'obiettivo di fornire al visitatore, con l'apporto di laboratori didattici multimediali, le informazioni utili sugli aspetti naturalistici della vita lacustre.

Con un'escursione in catamarano sull'altro lago, quello di Varano, si possono scorgere le torri angioine del XIII secolo e la Chiesa della SS Annunziata, in cui è custodito il crocifisso di Varano, una statua lignea del 1300, venerata da secoli dagli abitanti del posto, e a cui viene dedicata una bellissima processione nel mese di aprile.

Il rientro per Vieste e assolutamente da mozzafiato, si attraversa la Foresta Umbra che è la quintessenza del patrimonio ambientale del Gargano, con 15mila ettari di territorio coperto da tassi, faggi, cerri, pini d'Aleppo e macchia mediterranea.

Vi sono state catalogate duemila specie botaniche e quasi sessanta specie di orchidee spontanee.

In giro per la Puglia

In giro per la Puglia
C’è la Puglia dei Castelli, dai mille misteri come il Castel del Monte, capolavoro fatto costruire da Federico II e c’è la Puglia della religiosità con i molti Santuari, come la meravigliosa cattedrale di Trani.

La Puglia conserva numerosi aspetti unici che affascinano i visitatori quali masserie fortificate, uliveti secolari, vigneti, frantoi, cantine e borgate caratteristiche, che sembrano essere uscite da una fiaba quali i famosi Trulli di Alberobello, antiche ed originali costruzioni con tetto a forma conica nate dall’utilizzo di pietra locale e materiale calcareo oppure le Gotte di Castellana, piccolo universo sotterraneo carattterizzato da gruppi di stalattiti e stalagmiti dalle forme più strane.


Hotel Degli Aranci Vieste